Home FOCUS ON Le complicanze oculari post anestesia intra orale

Le complicanze oculari post anestesia intra orale

863
0
CONDIVIDI

Le complicanze oculari post anestesia intra orale

Senza titolo

Disturbi oculari come offuscamento della vista, midriasi, ptosi palpebrale, diplopia, ptosi, enoftalmo, miosi, e cecità (temporanea o permanente) sono complicazioni rare a causa di anestesia locale intra-orale. Attualmente, le linee guida per odontoiatri sulla prevenzione e la cura di tali problemi oculari sono carenti. Il presente articolo desidera sensibilizzare e prendere conoscenza , delle complicanze oculari post anestesia intra-orale come mezzo per valutare la necessità di tali linee guida.

Il presente focus si basa su un lavoro di revisione di questionari inviati a dentisti circa la conoscenza delle complicanze e su un case report per esemplificare un singolo caso.

Case report: donna sana di 22 anni si è stato presentata al reaprto

di Chirurgia maxillo-facciale dopo l’estrazione del terzo molare

mascellare e mandibolare destri. L’estrazione è stata eseguita post iniezione con articaina cloridrato 4% con 1: 100.000 di adrenalina. L’iniezione è stata eseguita nella regione vestibolare degli elementi 18 e 48 e palatale del 18,il

blocco mandibolare di destra è stato eseguito con un siringa auto aspirante.

Alcuni minuti più tardi,la paziente ha riferito visione offuscata e diplopia. L’esame clinico non ha mostrato anomalie del nervo facciale. Il nervo trigemino non è stata influenzato. Non è stato notato modifica del colore della pelle o del viso.

Alla Visita oculistica (L.D.) ha mostrato una normale luce riflessa. Il movimento oculare era normale in tutte le direzioni tranne che per il movimento verso dx dell’occhio destro, che risultava assente. La paziente è stato rassicurata e l’occhio coperto con un tampone di garza da medicazione

Dopo 6 ore dopo la diplopia era scomparsa. Il follow-up post operatorio 24 ore più tardi non ha mostrato anomalie.

Revisione questionari:

Attraverso l’invio di 500 questionari standardizzati inviati via e-mail ao odontoiatri e specialisti si è valutato la conoscenza delle complicanze oculari post anestesia. Sono tornate 390 risposte e i dati sono stati analizzati.

Risultati:

Circa il 39% degli specialisti e il 14% degli odontoiatri sapeva delle complicanze oculari. Le Riviste e internet sono la principale fonte di informazioni. Circa l’11% dei professionisti (dato medio tra specialisti ed odontoiatri ) incontra complicanze oculari durante l’attività clinica. È interessante notare che la maggior degli intervistati ha risposto che le complicanze oculari sono scarsamente trattate in letteratura. Oltre il 90% è del parere che deve aumentare la ricerca sulle complicanze oculari.

Conclusioni:

La conoscenza delle complicanze oculari, a causa di anestesia intra-orale deve essere migliorata. Anche se la consapevolezza e la pratica di prendere misure preventive sono soddisfacenti, vi è la necessità di linee guida specifiche per identificare e gestire clinicamente le complicanze oculari post anestesia intra-orale.

Si stima che le complicanze oculari siano di 1 su 1.000 iniezioni di anestetico endorale.

 

Kavitha P, Karishma M, Vinod K, Kartik V. Intraoral local anesthesia and ocular complications. World J Dent. 2013;4:108–12

Aguado-Gil JM, Barona-Dorado C, Lillo-Rodríguez JC, De la Fuente-González DS, Martínez-González JM. Occular complications following dental local anesthesia. Med Oral Patol Oral Cir Bucal. 2011 Aug 1

 

(Full text disponibile)