Home/Non categorizzato

Enfisema sottocutaneo: una complicanza odontoiatrica con interessamento toracico

2018-01-04T10:13:30+01:00

Enfisema sottocutaneo: una complicanza odontoiatrica con interessamento toracico   L'enfisema Cervico-faciale con interessamento del mediastino è osservato raramente durante le terapie dentali, ma ben devono essere conosciute le complicanze. L’origine è spesso sono associata all'uso di un trapano aria-turbina ad alta velocità. È una condizione potenzialmente pericolosa per la vita del paziente, ma la maggior parte dei casi è auto-limitante. Dentisti ed i medici devono essere informati che l'enfisema dei tessuti molli può causare gonfiore acuto della regione cervicofaciale, dopo le procedure dentali e che può imitare una reazione allergica. In questo case report descriviamo una paziente con enfisema sottocutaneo notevole, [...]

Enfisema sottocutaneo: una complicanza odontoiatrica con interessamento toracico2018-01-04T10:13:30+01:00

Cisti non Odontogene

2018-01-04T10:13:30+01:00

Cisti non Odontogene La ciste naso palatina: epidemiologia diagnosi trattamento Le cisti non odontogene si sviluppano indipendentemente dai tessuti e dai processi evolutivi che prendono parte alla formazione dei denti. NE ESISTONO TRE VARIANTI: NASO PALATINA, MEDIANA FISSURALE GLOBULO MASCELLARE MANDIBOLARE MEDIANA   ( RARA ) Naso palatina La cisti del dotto naso-palatino è la più frequente cisti non odontogena deli mascellari. La cisti proviene da residui epiteliali del dotto naso-palatino. Le cellule possono essere attivate spontaneamente durante la vita, o stimolate dall'azione di vari agenti irritanti ( infezione, ecc). Generalmente i pazienti si presentano senza segni e sintomi clinici. Frequentemente la [...]

Cisti non Odontogene2018-01-04T10:13:30+01:00

Malattia parodontale: l’evoluzione della diagnosi e della terapia

2018-01-04T10:13:30+01:00

Malattia parodontale: l'evoluzione della diagnosi e della terapia Aspetti generali La superficie dentale è l’unico tessuto mineralizzato parzialmente esposto all’ambiente esterno, e come tale offreuna superficie idonea per la formazione di una biopellicola cioè un sottile velo formato da batteri, proteine, glucidi e acqua che rappresenta un terreno di coltura ideale per numerose specie batteriche. Sulla biopellicola possono quindi aggregarsi svariate specie batteriche, che determinano la formazione della placca batterica la cui proliferazione porta alla formazione del tartaro, che può essere rimosso solo con un intervento di detartarasi professionale nello studio del dentista. Per malattia parodontale si intende un gruppo di patologie infiammatorie che colpiscono [...]

Malattia parodontale: l’evoluzione della diagnosi e della terapia2018-01-04T10:13:30+01:00